Categories
Volatilità di mercato
Domande e risposte sul debito russo

L'aggressione militare della Russia contro l'Ucraina, che è diventata la più grande guerra di terra d'Europa da generazioni, ha colpito milioni di persone e scatenato una crisi umanitaria su larga scala, mentre gli ucraini più vulnerabili cercano rifugio o fuggono dalle loro case. L'intensificazione e la diffusione del conflitto sono profondamente preoccupanti e stanno avendo un impatto devastante sulle persone coinvolte nella crisi.


Questo articolo si concentra sulle potenziali implicazioni economiche e di mercato del conflitto.


In questa sessione di domande e risposte, Robert Burgess risponde ai quesiti relativi ai prossimi pagamenti del debito in scadenza da parte della Russia. Illustra anche i rischi e le implicazioni di un'eventuale inadempienza sia per la Russia che per il resto dei mercati emergenti.


Perché sono emerse controversie in merito ai pagamenti del debito della Russia?


Il giorno in cui i primi pagamenti delle obbligazioni sovrane in valuta forte dovevano essere effettuati in base a quanto annunciato (16 marzo), il Ministro delle finanze russo ha dichiarato di aver inviato l'istruzione per l'esecuzione del pagamento, ma che il Ministero non aveva ricevuto la conferma; secondo i notiziari, invece, gli obbligazionisti non avevano ricevuto il pagamento entro la chiusura dell'attività il 16 marzo. Per i pagamenti delle cedole è previsto un periodo di tolleranza di 30 giorni, che ha permesso di evitare un evento di inadempienza in quanto i pagamenti delle cedole sono stati ricevuti dagli obbligazionisti in dollari USA il 17 marzo.


Prossimi pagamenti delle obbligazioni sovrane russe in valuta forte

Dati aggiornati al 14 marzo. Fonte: Bloomberg, BofA Global Research, JPMorgan. NSD = Russian National Settlement Depository, ossia il sistema di compensazione russo. DTC = Depository Trust Company, una società americana di compensazione e regolamento.  CDS deliverable = queste obbligazioni faranno innescare un evento CDS in caso di inadempienza. 

Esiste la possibilità che la Russia sia inadempiente nei suoi futuri pagamenti obbligazionari?


Ciò dipende dalla disponibilità di risorse da parte della Russia e dalla capacità della stessa di effettuare i pagamenti, date le attuali sanzioni (capacità di pagare); qualora disponesse di risorse e capacità, dipende dall'intenzione della Russia di effettuare i pagamenti (disponibilità a pagare).


La Russia ha attualmente la capacità tecnica di onorare il proprio debito, almeno fino al 25 maggio 2022. Sebbene le sanzioni statunitensi vietino le transazioni che coinvolgono la Banca Centrale di Russia (CBR), il National Wealth Fund e il Ministero delle Finanze, i pagamenti obbligazionari sono attualmente consentiti fino al 25 maggio. La Russia dispone inoltre delle risorse per effettuare i pagamenti.


Per quanto riguarda la disponibilità a pagare, dopo aver dichiarato che i pagamenti delle obbligazioni in valuta forte potrebbero essere effettuati in rubli, le autorità russe hanno affermato che avrebbero pagato in dollari americani.


I pagamenti delle cedole in scadenza il 16 marzo devono essere effettuati in dollari USA o si innescherà un evento di credit default; la situazione è tuttavia meno chiara con riferimento alle prossime due cedole (Russia '29 e Russia '35) in scadenza il 21 e 28 marzo. Queste due obbligazioni hanno alcune caratteristiche che rendono incerti i criteri per un default ufficiale (come definito dal Determinations Committee dell'ISDA). In primo luogo, consentono il pagamento in rubli se "per ragioni al di fuori del suo controllo" il governo russo non è in grado di effettuare pagamenti in dollari americani. Non sono chiare le circostanze in cui ciò si applicherebbe.  In secondo luogo, queste obbligazioni sono detenute in Russia dal National Security Depository (NSD) tramite Euroclear, il che significa che gli investitori stranieri potrebbero non essere in grado di accedere ai pagamenti. L'inaccessibilità ai fondi a seguito dei pagamenti effettuati dalla Russia  costituirebbe con ogni probabilità un'inadempienza.  


 


Fattori di rischio da considerare prima dell'investimento:

  • il presente materiale non è inteso come consulenza per gli investimenti, né come raccomandazione personale.
  • Il valore degli investimenti e del relativo reddito può aumentare come diminuire e l'investitore potrebbe perdere in parte o per intero l'importo dell'investimento iniziale.
  • I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.
  • Se la valuta nella quale si investe guadagna terreno sulla valuta nella quale vengono effettuati gli investimenti sottostanti del fondo, il valore dell'investimento diminuisce. La copertura valutaria cerca di limitare tale effetto, ma non vi è alcuna garanzia che la copertura avrà successo.
  • In base alla strategia, i rischi possono essere associati a investimenti in reddito fisso, nei mercati emergenti e/o titoli ad alto rendimento; i mercati emergenti sono volatili e possono essere penalizzati da problemi di liquidità.


Past results are not a guarantee of future results. The value of investments and income from them can go down as well as up and you may lose some or all of your initial investment. This information is not intended to provide investment, tax or other advice, or to be a solicitation to buy or sell any securities.

Statements attributed to an individual represent the opinions of that individual as of the date published and do not necessarily reflect the opinions of Capital Group or its affiliates. All information is as at the date indicated unless otherwise stated. Some information may have been obtained from third parties, and as such the reliability of that information is not guaranteed.