Capital IdeasTM

Approfondimenti di Capital Group

Categories
Obbligazioni
L'aumento dei rendimenti reindirizza i mercati obbligazionari verso la normalità
Mike Gitlin
Responsabile del reddito fisso

I due temi dominanti che hanno un impatto sull'attuale contesto di mercato sono l'aumento dell'inflazione e il rallentamento della crescita globale. A fronte della crescente incertezza geopolitica, dell'inasprimento della politica monetaria, delle sfide poste a livello di catena di approvvigionamento, nonché dell'aumento dei prezzi delle materie prime in gioco, si potrebbe delineare un periodo di stagflazione globale.


Cercare di raggiungere la normalità avanzando lungo una strada non propriamente tersa non è mai stato così difficile. Tuttavia, con una prospettiva di lungo termine è possibile comprendere meglio il forte effetto di normalizzazione che potrebbero avere forze disinflazionistiche come l'aumento dei livelli di debito, progressi tecnologici e invecchiamento demografico. Una chiara comprensione di questi aspetti può aiutare gli investitori a orientarsi meglio.


Investire nel reddito fisso in un periodo di elevata inflazione e tassi in aumento potrebbe dare adito a preoccupazioni. Tuttavia, i rendimenti iniziali di oggi offrono un punto di entrata interessante per gli investitori. I rendimenti di tutti i settori a reddito fisso sono nettamente superiori ai minimi registrati negli ultimi anni. Le obbligazioni societarie globali investment-grade (BBB/Baa e superiori), ad esempio, offrono attualmente un rendimento del 4,51%, superiore al 4,12% offerto dalle obbligazioni societarie globali ad alto rendimento nelle recenti fasi di minima.


L'aumento dei rendimenti riflette un maggiore potenziale di reddito nei mercati obbligazionari 

I rendimenti settoriali menzionati in precedenza includono gli indici Bloomberg Global Aggregate, Bloomberg Global Aggregate Corporate, Bloomberg Global High Yield e l'indice composito 50% JPMorgan EMBI Global Diversified / 50% JPMorgan GBI-EM Global Diversified. Periodo di tempo considerato dal 2020 a oggi. Le date dei livelli minimi dall'alto al basso del grafico sono: 04/08/2020, 31/12/2020, 06/07/2021 e 04/01/2021. Fonti: Bloomberg, JPMorgan 

La storia insegna che in base ai rendimenti attuali i total return dei prossimi anni non possono che aumentare. Ciò significa che gli investitori potrebbero beneficiare delle loro partecipazioni obbligazionarie nelle varie classi a reddito fisso, compresi investment grade, high yield e mercati emergenti (ME). Il reddito più elevato può inoltre offrire una protezione maggiore per i rendimenti totali nel tempo, anche se le oscillazioni dei prezzi rimangono volatili. Di fatto, rispetto agli ultimi anni, una parte maggiore del fabbisogno di reddito degli investitori potrebbe essere potenzialmente soddisfatta con il reddito fisso tradizionale.


Storicamente, ai rendimenti attuali, i rendimenti a lungo termine sono stati solidi 

Rendimenti e performance al 31/08/2022 in USD. I dati risalgono al 2000 per tutti i settori, a eccezione del debito dei mercati emergenti, per cui risalgono al 2003. Basati sui rendimenti medi mensili per ogni settore con yield to worst compreso in un intervallo di +/- 0,30%. I rendimenti settoriali menzionati in precedenza includono gli indici Bloomberg Global Aggregate, Bloomberg Global Aggregate Corporate, Bloomberg Global High Yield e l'indice composito 50% JPMorgan EMBI Global Diversified / 50% JPMorgan GBI-EM Global Diversified. Fonti: Capital Group, Bloomberg

Nonostante l'attuale volatilità, l'ampio universo del credito offre agli investitori ampie opportunità di aggiungere valore attraverso la ricerca bottom-up e la selezione dei titoli in ciascuno dei quattro settori principali del credito: high yield, investment grade, mercati emergenti e debito cartolarizzato (o debito garantito da prestiti auto, crediti di carte di credito o altre attività). Mantenere una visione a lungo termine e aspirare all'equilibrio può contribuire a spianare la strada.


In particolare, le obbligazioni societarie investment-grade sono diventate più interessanti grazie al continuo miglioramento dei fondamentali societari, con livelli di debito relativo in calo sia nelle obbligazioni investment grade europee che in quelle statunitensi. Anche le valutazioni appaiono interessanti, dal momento che i rendimenti delle società investment grade globali sono aumentati, così come i rendimenti dei titoli di Stato, e gli spread si sono ampliati.


Sono, inoltre, migliorati i fondamentali del settore high yield statunitense. La qualità del credito del mercato è migliorata, con una maggiore percentuale di società con rating BB e una minore quota di obbligazioni con rating CCC; il mercato potrebbe, pertanto, presentare una maggiore capacità di tenuta al rallentamento della crescita. Le insolvenze sono attualmente molto basse e, sebbene possano aumentare in caso di recessione, riteniamo che il cuscinetto di rendimento e la selezione attiva dei titoli possano compensare i rischi potenziali. Anche i rendimenti sono diventati più interessanti, risalendo dai bassi livelli raggiunti nel 2021. Tuttavia, poiché si prevede che la volatilità rimanga elevata e che persista un maggior grado di incertezza nell'economia, posizioniamo i nostri portafogli di credito sul fronte difensivo, concentrandoci sui fondamentali e sulla ricerca bottom-up.


L'universo del debito dei mercati emergenti si è ampliato e approfondito in modo significativo negli ultimi decenni e, con lo sviluppo dell'asset class, è diventato più interessante per una base di investitori più ampia. Sono aumentate le emissioni, con conseguente miglioramento della liquidità. Tuttavia, l'aumento dell'inflazione, il rallentamento della crescita globale, l'inasprimento della politica monetaria statunitense e l'impennata del dollaro hanno avuto un impatto sul settore.


Il conflitto Russia-Ucraina ha creato un ulteriore ostacolo rispetto al debito societario dei mercati sviluppati con rating comparabile. Tuttavia, alcuni fattori ci spingono a essere ottimisti in merito al futuro dei mercati emergenti. Gli attuali livelli di rendimento possono fornire una significativa protezione contro l'ulteriore volatilità.


Il debito emergente in valuta locale è stato per lungo tempo il segmento in più rapida crescita dell'asset class del debito dei mercati emergenti e rappresenta oggi la parte più ampia dell'universo. Oggi prediligiamo le obbligazioni in valuta locale. Rispetto ai mercati sviluppati, le banche centrali dei paesi emergenti sono già più avanti nel programma di inasprimento delle politiche. Inoltre, l'aumento dell'inflazione di base nei mercati emergenti è stato generalmente più modesto rispetto ai mercati sviluppati. Rialzi dei tassi più aggressivi e un'inflazione più contenuta sono indici di un buon valore della duration dei mercati emergenti. Nella maggior parte di questi mercati i costi di copertura sono elevati; pertanto la nostra esposizione alla duration è principalmente su base priva di copertura.


Molti Paesi dei ME hanno fortemente aumentato i tassi di interesse

Al 30/06/2022. Fonti: Capital Group, Bloomberg, JPMorgan, Morningstar 

Nel complesso le valute dei mercati emergenti restano sottovalutate, ma la selettività rimane fondamentale soprattutto nella valutazione delle valute dei paesi esportatori di materie prime. Continuiamo a mantenere una visione costruttiva sui prezzi delle materie prime in quanto la carenza di offerta non si è ancora attenuata. In molti casi, i problemi di approvvigionamento hanno effettivamente subito un deterioramento, ma l'attività globale registra ancora livelli ragionevoli. Pertanto, i prezzi delle materie prime godono ancora di un impulso strutturale.


Il credito cartolarizzato può inoltre offrire una vasta gamma di opportunità di investimento nei settori degli asset-backed, degli immobili commerciali, dei mutui non-agency e dei leveraged loan garantiti. Molti dei driver fondamentali di questi settori sono diversi dal credito societario e sovrano. Questo apporta diversità al portafoglio.


Attualmente stiamo trovando un buon valore nel mercato dei mutuatari single-asset single-borrower (SASB). Questi investimenti di nicchia comportano rischi più concentrati rispetto ai commercial mortgage-backed security (CMBS), ma il mercato è costituito in gran parte da immobili di alta qualità e si presta a una ricerca fondamentale approfondita e specifica sull'immobile. Ciò offre agli investitori l'opportunità di accedere ad attività specifiche che ritengono interessanti. Questo settore è poco studiato da molti operatori di mercato e ciò consente al nostro team di analisti del credito cartolarizzato di individuare numerose opportunità di investimento con prezzi mal valutati.


Nel prossimo futuro nei mercati rimarrà un livello di incertezza e il contesto di investimento sarà arduo per gli investitori a livello globale. Tuttavia, i gestori attivi con solide capacità di ricerca continueranno ad avere l'opportunità di affrontare queste difficoltà e l'allocazione agli asset a reddito fisso rimarrà cruciale, come sempre.


 



Mike Gitlin è un partner di Capital Fixed Income Investors, parte di Capital Group, con la responsabilità primaria di guidare il business del reddito fisso. È presidente del Fixed Income Management Committee e fa parte del Capital Group Management Committee. Ha 26 anni di esperienza nel settore degli investimenti e lavora per Capital Group da cinque anni. Ha conseguito una laurea presso la Colgate University. Mike ha sede a Los Angeles.


 

I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri. Il valore degli investimenti e del relativo reddito può aumentare come diminuire e l’investitore potrebbe perdere in parte o per intero l’importo dell’investimento iniziale. Le presenti informazioni non intendono fornire consulenza fiscale, per gli investimenti o di altra natura, né essere una sollecitazione all'acquisto o alla vendita di titoli.

Le dichiarazioni espresse da un singolo individuo rappresentano l’opinione di tale persona alla data di pubblicazione e non coincidono necessariamente con le opinioni di Capital Group o delle sue affiliate. Salvo diversamente indicato, tutte le informazioni si intendono alla data riportata. Alcune informazioni potrebbero provenire da terze parti e, di conseguenza, l'affidabilità di tali informazioni non è garantita.