Capital IdeasTM

Approfondimenti di Capital Group

Categories
Reddito fisso
Prospettive del debito ME per il 2024: navigare in un universo biforcato
Robert Burgess
Portfolio Manager

In questo articolo, illustriamo brevemente lo scenario globale che potrebbe prospettarsi per i mercati emergenti (ME) nel 2024, tra cui una politica più accomodante da parte della Federal Reserve (Fed), un contesto più favorevole per le valute dei ME e una crescita debole dell'economia mondiale. Durante la riunione di dicembre, la dichiarazione rilasciata dal Federal Open Market Committee (FOMC) ha segnato la fine del ciclo di rialzi e ha aperto la strada a una discussione in merito agli eventuali tagli dei tassi. Se i dati sull'inflazione dovessero sostenere questo cambio di passo, un atteggiamento più accomodante della Fed sarà senz'altro un fattore positivo per il debito dei ME, sebbene sia importante notare che i tassi statunitensi rimarranno probabilmente molto più elevati rispetto ai livelli prossimi allo zero del 2021. Inoltre, se l'inflazione dovesse riaccelerare o persistere più a lungo del previsto, è probabile che si ritorni a uno scenario di tassi statunitensi "più alti più a lungo".


Benché finora gli Stati Uniti siano riusciti a evitare una recessione tradizionale, settori diversi hanno attraversato una fase di contrazione in momenti diversi. La crescita degli Stati Uniti sembra destinata a rallentare ulteriormente rispetto al ritmo attuale, considerato sia il ritardo dovuto all'inasprimento delle condizioni finanziarie sia il minore stimolo fiscale previsto nel 2024. Intravediamo già segnali di rallentamento dell'attività del mercato del lavoro e una normalizzazione di alcuni parametri relativi all'andamento del credito al consumo. 


Il percorso dei ME presenta storicamente una forte correlazione con la crescita statunitense, come mostrato nel grafico seguente, e la direzione seguita è molto diversa a seconda che gli Stati Uniti siano o meno riusciti a realizzare un atterraggio morbido. Il fatto che gli Stati Uniti abbiano registrato una recessione progressiva (rolling recession) meno grave nel 2023 induce a pensare che potrebbero evitare una recessione tradizionale anche nel 2024.  


Spread dell'EMBI durante i cicli dei tassi e le recessioni statunitensi

Spread dell'EMBI durante i cicli dei tassi e le recessioni statunitensi

I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.

Al 30 novembre 2023. Fonti: JPMorgan, Bloomberg
Asse verticale sinistro: spread (pb) dell'Indice Emerging Market Bond (EMBI). Asse verticale destro: tasso sui Fed Fund (%) I periodi in grigio rappresentano le recessioni statunitensi secondo la definizione del National Bureau of Economic Research (NBER). 


Robert Burgess is a fixed income portfolio manager and research director at Capital Group. As a fixed income investment analyst, he has research responsibility for emerging market debt. He has 31 years of investment industry experience and has been with Capital Group for seven years. Prior to joining Capital, Robert worked as chief economist for emerging markets in Europe, the Middle East, and Africa at Deutsche Bank. Before that, he was an economist at the International Monetary Fund and HM Treasury. He holds a master’s degree in economics from the University of London and a bachelor’s degree in politics and economics from Oxford University. Robert is based in London.


Ricevi aggiornamenti dal nostro team di investimento.

Iscriviti subito per ricevere ogni due settimane nella tua casella di posta in arrivo le informazioni più importanti del settore e gli articoli puntuali.

Inviando le informazioni confermi di voler ricevere comunicazioni e-mail da parte di Capital Group. Tutte le e-mail prevedono la possibilità di cancellare la tua registrazione. Ulteriori informazioni sono disponibily sulla Informativa sulla Privacy

I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri. Il valore degli investimenti e del relativo reddito può aumentare come diminuire e l’investitore potrebbe perdere in parte o per intero l’importo dell’investimento iniziale. Le presenti informazioni non intendono fornire consulenza fiscale, per gli investimenti o di altra natura, né essere una sollecitazione all'acquisto o alla vendita di titoli.

Le dichiarazioni espresse da un singolo individuo rappresentano l’opinione di tale persona alla data di pubblicazione e non coincidono necessariamente con le opinioni di Capital Group o delle sue affiliate. Salvo diversamente indicato, tutte le informazioni si intendono alla data riportata. Alcune informazioni potrebbero provenire da terze parti e, di conseguenza, l'affidabilità di tali informazioni non è garantita.