Categories
Europa
Europa: 6 motivi per l’aumento dell’inflazione e l’accelerazione della crescita
Robert Lind
Economista
Considerazioni principali
  • Nei prossimi anni, i cambiamenti nel comportamento dei consumatori e nel clima politico prodotti dalla pandemia porteranno probabilmente a un aumento dell’inflazione in Europa.
  • I tassi d’interesse potrebbero salire in misura moderata, ma molto dipenderà dalle reazioni della Banca Centrale Europea e della Bank of England.
  • I prezzi dell’energia, i modelli di spesa dei consumatori, la carenza di manodopera, le difficoltà sul fronte dell’offerta, le politiche fiscali favorevoli e le risposte delle banche centrali avranno un peso sia sull’inflazione, sia sulla crescita.

Di fronte allo spettro del rialzo dei prezzi dell’energia, della carenza di manodopera e delle strozzature negli approvvigionamenti, sulle sponde europee è approdato un interrogativo nato negli Stati Uniti: l’inflazione continuerà a salire e, se sì, quanto durerà?


La scuola di pensiero prevalente sostiene che le pressioni inflazionistiche si esauriranno dopo che le economie avranno superato la ripresa post-COVID e l’Europa sarà tornata al suo decennale modello di bassa crescita, bassa inflazione e bassi tassi d’interesse. La mia opinione è che la pandemia ha prodotto cambiamenti nel comportamento dei consumatori e nel clima politico che, associati alle trasformazioni secolari già in atto, porteranno nei prossimi anni a un probabile aumento dell’inflazione in Europa nell’intervallo compreso tra il 2% e il 3%. Prevedo che il prodotto interno lordo reale dell’Eurozona aumenterà al 5% circa nel 2021 e si attesterà al 4,5% nel 2022, con una crescita dell’economia britannica attorno al 7% nel 2021 e al 5% nel 2022.


Di recente, l’inflazione ha superato l’obiettivo a medio termine del 2%1


I tassi d’interesse potrebbero salire in misura moderata, ma molto dipenderà dalle reazioni della Banca Centrale Europea (BCE) e della Bank of England (BOE). La BCE ha mantenuto il tasso sulle operazioni di rifinanziamento principali a zero da marzo 2016 e non sembra propendere per un aumento dei tassi nel prossimo futuro. Tuttavia, a settembre ha iniziato a rallentare il ritmo di acquisto di obbligazioni attraverso il suo Programma di acquisto per l’emergenza pandemica (PEPP). Il programma potrebbe giungere a scadenza a marzo 2022.


La BOE ha tagliato il tasso bancario di riferimento allo 0,1% a marzo 2020. I mercati stanno scontando un rialzo previsto dei tassi dello 0,25% circa entro la fine dell’anno, con ulteriori rialzi attesi nel corso del 2022.


Tassi di riferimento delle banche centrali e aspettative del mercato2


Ecco sei ragioni per cui prevedo che nei prossimi anni l’Europa sarà interessata da un aumento dell’inflazione e da un’accelerazione della crescita:


1. I cambiamenti strutturali nell’energia manterranno i prezzi a livelli elevati


Il settore industriale sta registrando un boom in Germania e Regno Unito, e questo ha fatto aumentare la domanda di energia. Al contempo, fattori sia ciclici che strutturali hanno ridotto l’offerta.


Per il gas naturale, l’Europa dipende da Russia e Norvegia, dove si sono verificate importanti interruzioni. Questo è dovuto in parte a scelte politiche e in parte alle infrastrutture, che non sono sufficienti per trasportare il gas nel resto dell'Europa. La disponibilità di gas naturale risulta scarsa anche a causa del fatto che lo scorso inverno è stato piuttosto freddo, e di conseguenza l’Europa non ha accumulato riserve.


Questa combinazione di domanda elevata e basse riserve è stata resa ancor più sfavorevole dalla lentezza della transizione verso le energie rinnovabili. L’Europa dipende ancora troppo dai combustibili fossili. Le centrali eoliche e idroelettriche non riescono, per una serie di ragioni, a produrre abbastanza elettricità da soddisfare il fabbisogno di base. L’Europa ha bisogno di raggiungere una capacità di produzione di energie rinnovabili molto più elevata, ma servirà tempo. È dunque probabile che questo problema di approvvigionamento ci accompagnerà anche negli anni a venire.


 


1. Fonte: Banca Centrale Europea. Dati trimestrali annualizzati al 15 ottobre 2021.


2. Fonte: Bloomberg. Dati al 15 ottobre 2021. Il tasso implicito dei future riflette le aspettative del mercato in merito alle variazioni dei tassi per il mese di dicembre 2021.


 


Fattori di rischio da prendere in considerazione prima di investire:

  • Il presente documento non ha pretesa di fornire consulenza sugli investimenti, né deve essere inteso come raccomandazione personale.
  • Il valore delle azioni e il reddito da esse derivanti possono sia aumentare che diminuire ed è possibile perdere una parte o la totalità dell’investimento iniziale.
  • I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. 
  • Se la valuta in cui si investe si apprezza nei confronti della valuta in cui sono denominati gli investimenti sottostanti del fondo, il valore dell’investimento diminuirà. La copertura valutaria cerca di limitare questo fenomeno, ma non vi è alcuna garanzia che tale copertura sia completamente efficace.
  • A seconda della strategia, i rischi possono essere associati agli investimenti in obbligazioni, derivati, mercati emergenti e/o a titoli ad alto rendimento; i mercati emergenti sono volatili e possono registrare problemi di liquidità.


Robert Lind è un economista con 33 anni di esperienza nel settore. Ha conseguito una laurea in filosofia, politica ed economia presso l'Università di Oxford.


INSIGHT CORRELATI 

Past results are not a guarantee of future results. The value of investments and income from them can go down as well as up and you may lose some or all of your initial investment. This information is not intended to provide investment, tax or other advice, or to be a solicitation to buy or sell any securities.

Statements attributed to an individual represent the opinions of that individual as of the date published and do not necessarily reflect the opinions of Capital Group or its affiliates. All information is as at the date indicated unless otherwise stated. Some information may have been obtained from third parties, and as such the reliability of that information is not guaranteed.