Capital IdeasTM

Approfondimenti di Capital Group

Categories
Reddito fisso
Il nuovo quadro politico della Fed porterà a un aumento dell’inflazione?
Tim Ng
Gestore di portafoglio a reddito fisso
CONSIDERAZIONI CHIAVE
  • La volontà della Federal Reserve americana di tollerare un’inflazione più elevata potrebbe mantenere la politica espansiva per un periodo prolungato. 
  • Una politica accomodante e un mercato del lavoro debole possono plausibilmente mantenere bassi i rendimenti obbligazionari. 
  • Il rischio di inflazione è sbilanciato al rialzo nel lungo termine.

Il nuovo quadro politico della Fed porterà a un aumento dell’inflazione?


A gennaio, la Federal Reserve americana ha affermato il suo impegno a mantenere bassi i tassi di interesse per un periodo di tempo prolungato nel quadro della sua nuova politica monetaria. Se non altro, con la sua rinnovata attenzione alla massima occupazione "ampia e inclusiva" e all'obiettivo di raggiungere un'inflazione che si aggiri intorno al 2% nel tempo, la Fed ha reso più stringenti le condizioni per l'eliminazione delle politiche. Parlando dopo l’incontro, il presidente Jerome Powell ha sottolineato l’importanza di "ulteriori progressi sostanziali" verso gli obiettivi occupazionali e inflazionistici prima che la Fed prenda in considerazione la possibilità di modificare la sua posizione politica.


Ecco il mio pensiero attuale sulle aspettative di inflazione e su dove i rendimenti dei Treasury potrebbero dirigersi nel breve e medio termine.


Possono verificarsi percorsi altalenanti quando si tratta di inflazione


I prezzi al consumo si sono ripresi dai minimi recenti con l’abolizione delle restrizioni economiche. Tuttavia, rimangono al di sotto dei livelli pre-COVID. Guardando al futuro, mi aspetto che il nucleo della PCE (Personal Consumption Expenditures, la spesa al consumo pro capite, il misuratore dell'inflazione preferito della Fed) accelererà temporaneamente al di sopra del 2% nella primavera del 2021, ma probabilmente decelererà verso la fine dell’anno con la pubblicazione dei bassi dati sull’inflazione del 2020. Allo stesso modo, l’economia potrebbe subire un temporaneo rialzo dell’inflazione man mano che vengono approvate le riaperture.


Molte famiglie hanno risparmiato nel corso dell'ultimo anno, e abbiamo potuto vedere un rilascio della domanda e i consumatori che si reinteressano a servizi selezionati. Tuttavia, è improbabile che questo impulso durerà a meno che non vi sia una ripresa economica sostenuta e robusta.


Un elevato risparmio delle famiglie potrebbe alimentare un incremento della spesa


Tasso di risparmio privato negli USA1


Una politica accomodante e un mercato del lavoro debole possono plausibilmente mantenere bassi i rendimenti obbligazionari


Una politica più "reattiva". Come parte della sua revisione quadro annuale, la Fed ha adottato una prescrizione a favore di una politica monetaria che, come annunciato, sarà più "reattiva" e meno "proattiva" per quanto riguarda i risultati economici. Nei discorsi recenti, Powell ha stemperato la dipendenza della Fed da modelli come la curva di Phillips nelle decisioni politiche, a causa delle incerte e imprecise relazioni causa-effetto che le stanno alla base. (La curva di Phillips è un concetto economico che afferma che l'inflazione e la disoccupazione hanno un rapporto stabile e inverso).


Inoltre, Powell sottolinea l’importanza di vedere i risultati economici desiderati materializzarsi prima di apportare modifiche politiche. Una lezione del precedente ciclo dei tassi è stata che la dipendenza della Fed da tali modelli l’ha portata ad alzare i tassi troppo presto nel timore di un’inflazione che non si è mai materializzata. Ha aumentato i tassi di 200 punti base in due anni a partire dal dicembre 2016, poi ha dovuto riaggiustare la politica tagliando i tassi tre volte nel 2019.


Lenta ripresa del mercato del lavoro. Il mercato del lavoro ci mette molto a riprendersi ed è improbabile che soddisfi la definizione appena adottata della Fed di occupazione massima "ampia e inclusiva" in qualsiasi momento. Recentemente, la Fed ha rafforzato il suo mandato per l’occupazione nell’ambito della revisione del quadro politico, anteponendola all’obiettivo di inflazione e sottolineando che le decisioni politiche mireranno ad affrontare solo le "carenze" nell’obiettivo dell’occupazione.

1. Fonte: US Bureau of Economic Analysis, recuperata dalla FRED, Federal Reserve Bank di St. Louis. Tasso annuale corretto sul piano stagionale. Al mese di dicembre 2020.

1. Fonte: US Bureau of Economic Analysis, recuperata dalla FRED, Federal Reserve Bank di St. Louis. Tasso annuale corretto sul piano stagionale. Al mese di dicembre 2020.


 


Fattori di rischio da considerare prima dell'investimento:

  • Il presente materiale non è inteso come consulenza per gli investimenti, né come raccomandazione personale.
  • Il valore degli investimenti e del relativo reddito può aumentare come diminuire e l’investitore potrebbe perdere in parte o per intero l’importo dell’investimento iniziale.
  • I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri.
  • Se la valuta nella quale si investe guadagna terreno sulla valuta nella quale vengono effettuati gli investimenti sottostanti del fondo, il valore dell’investimento diminuisce.
  • In base alla strategia, i rischi possono essere associati ad investimenti in reddito fisso, nei mercati emergenti e/o titoli ad alto rendimento; i mercati emergenti sono volatili e possono essere penalizzati da problemi di liquidità.


Tim Ng è un gestore di portafoglio a reddito fisso con 15 anni di esperienza nel settore. Ha conseguito una laurea con lode in informatica presso l'Università di Waterloo in Ontario.


 

I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri. Il valore degli investimenti e del relativo reddito può aumentare come diminuire e l’investitore potrebbe perdere in parte o per intero l’importo dell’investimento iniziale. Le presenti informazioni non intendono fornire consulenza fiscale, per gli investimenti o di altra natura, né essere una sollecitazione all'acquisto o alla vendita di titoli.

Le dichiarazioni espresse da un singolo individuo rappresentano l’opinione di tale persona alla data di pubblicazione e non coincidono necessariamente con le opinioni di Capital Group o delle sue affiliate. Salvo diversamente indicato, tutte le informazioni si intendono alla data riportata. Alcune informazioni potrebbero provenire da terze parti e, di conseguenza, l'affidabilità di tali informazioni non è garantita.