Capital IdeasSM

Approfondimenti di Capital Group

Categories
ESG
Collaboriamo con le società per ottenere risultati migliori a lungo termine
Matt Lanstone
Responsabile di ricerca e investimenti ESG
KEY TAKEAWAYS
  • Siamo convinti che il coinvolgimento, anziché l'esclusione, possa avere un effetto più positivo.
  • I nostri analisti promuovono politiche che possono giovare agli investitori, alle organizzazioni e all'ambiente.
  • La nostra ricerca approfondita può individuare i problemi e trovare opportunità, e siamo in grado di agire in base ai nostri risultati.

In Capital Group, il nostro approccio alle tematiche ambientali, sociali e di governance è al centro di tutto il processo d'investimento. Guardiamo al di là del singolo aspetto e adottiamo una prospettiva olistica su qualunque investimento, selezionando le società con modelli di business sostenibili.


Integriamo l'ESG nel nostro approccio d'investimento attraverso un processo sistematico costituito da tre componenti interconnessi. In primo luogo, i nostri analisti settoriali definiscono gli aspetti ESG fondamentali per ciascun settore; in secondo luogo, fanno riferimento a diversi sistemi di valutazione di terzi per individuare le società e gli emittenti problematici; infine, curiamo un dialogo costante con la dirigenza delle società. Ciascuno di questi tre elementi favorisce gli altri, dando vita a un ciclo di controllo continuo.


Da sempre le nostre decisioni di investimento si basano su un'attività di ricerca fondamentale approfondita, comprensiva di un dialogo attivo con la dirigenza delle società che, in molti casi, può durare per decenni. La nostra ricerca intensiva e le nostre partecipazioni di lungo termine hanno come esito naturale l'instaurarsi di fruttuose relazioni con le società, che favoriscono l'accesso alle informazioni e la credibilità. Da questo, abbiamo compreso che il coinvolgimento può essere un catalizzatore più efficace per il cambiamento rispetto all'esclusione, poiché ci permette di persuadere le organizzazione a includere gli aspetti ESG nella loro strategia. Siamo generalmente considerati un interlocutore in grado di fornire consulenza, supporto e spesso di mettere in discussione in modo costruttivo l'approccio del management alle tematiche ESG. Le società riconoscono la serietà del nostro impegno e sono consapevoli dei vantaggi reciproci derivanti da un dialogo con Capital Group.


Nel mio caso, mi occupo del settore del petrolio e del gas da oltre 20 anni. Di recente, un'importante compagnia petrolifera ha nominato un nuovo CEO, persona che io conoscevo già bene. Nelle fasi iniziali dell'analisi della sua strategia aziendale ESG, questo nuovo CEO ha chiesto il mio parere. Insieme a un paio di colleghi di Capital Group, abbiamo avuto un incontro estremamente fruttuoso nel suo ufficio, durante il quale abbiamo discusso di un'ampia gamma di tematiche ESG, mettendo ovviamente in primo piano gli aspetti relativi al clima. Il CEO ha apprezzato il fatto che anche noi, come lui, abbiamo un orizzonte d'investimento molto più lungo del trimestre o dell'anno successivo.


Quando, in seguito, la società ha presentato un nuovo approccio basato su una strategia di lungo periodo e su tematiche ESG, tra cui una maggiore enfasi sulle energie rinnovabili, ha menzionato Capital Group come uno degli interlocutori determinanti per lo sviluppo del nuovo modello di business.


La nostra assoluta priorità sono i nostri investitori: per questo cerchiamo di assicurarci che le società in cui investiamo continuino a crescere e a migliorarsi nel lungo termine, preservando la propria competitività. Siamo favorevoli a business plan sostenibili e filosofie lungimiranti, che generalmente integrano le tematiche ESG. Nel caso delle società del settore energetico, ad esempio, stiamo incoraggiando e assistendo a un cambio di rotta verso le energie rinnovabili che è in linea con le esigenze del  mercato e può creare vantaggi sia per gli investitori sia per le società e l'ambiente. Naturalmente, continuiamo a tenere in considerazione i rendimenti finanziari che le società potrebbero ottenere da questi investimenti.


Il valore dell'esperienza


Considerate il fatto che abbiamo più di 200 analisti degli investimenti con un'esperienza media di 14 anni, e che il dato relativo ai nostri 100 gestori di portafoglio è pari a una media di 27 anni1. Confrontate queste informazioni con la durata media del mandato di un CEO, pari a cinque anni2. Qualunque interazione con il management – che si tratti di una piccola start-up o di una multinazionale – viene condivisa con altri analisti, documentata e utilizzata per valutazioni future. Continuiamo ad accrescere la nostra vasta esperienza su settori, società,  emittenti, regioni geografiche e mercati.


Evitiamo giudizi generalistici su interi settori, ritenendo che nessuna società o settore possa essere scelta/o sulla base di un unico parametro. Mentre alcuni investitori sensibili alle tematiche ambientali possono evitare di conferire capitali in società operanti nei settori dei combustibili fossili, per esempio, noi continuiamo a investire in quelle società del petrolio e del gas che mostrano interesse per queste problematiche e hanno un approccio coerente alla "transizione energetica". Dialogando con queste realtà possiamo contribuire a creare un futuro che sia meno dipendente dai combustibili fossili ma che, ciò nonostante, continui a soddisfare il fabbisogno energetico mondiale. Facendo un altro esempio, potremmo non escludere del tutto il settore del tabacco, tuttavia prediligiamo le società che stanno sviluppano prodotti meno nocivi.


Analogamente, non partiamo dall'ipotesi che qualunque azienda attenta alle tematiche sul clima sia immune da problematiche sociali o di governance. Sebbene gli investitori ambientali siano comprensibilmente attirati verso i settori con una maggiore consapevolezza per le tematiche relative al clima, come i parchi eolici, le automobili elettriche o a energia solare, noi prendiamo in esame anche il trattamento che queste società riservano ai propri dipendenti e azionisti, e investiamo di conseguenza.


Ci sono altri settori in cui un'analisi approfondita delle tematiche ESG va oltre un semplice approccio esclusivista: i servizi di pubblica utilità, i produttori industriali e le società minerarie sono tutti esempi calzanti. Di fatto, abbiamo collaborato con diverse società per definire le criticità ESG più pressanti in settori specifici, per permettere ai nostri analisti di tracciare un quadro di riferimento per il monitoraggio di ciascun settore. Limitandoci a evitare un'organizzazione o un settore in particolare, non potremmo contribuire al cambiamento, ma manterremmo soltanto lo status quo.


Riassumendo, il nostro processo d'investimento comprende vari livelli di ricerca e di engagement costante. Riteniamo che collaborare con il management favorisca un impatto più positivo nel lungo termine.


Voto per delega


Il nostro dialogo bilaterale con il management esercita inoltre un impatto sul nostro modo di rappresentare gli azionisti nel voto per delega. Oltre alle nostre conoscenze, dobbiamo tenere conto della nostra portata. Le entità d'investimento di Capital Group fanno spesso parte della cerchia dei maggiori azionisti di una società, pertanto i nostri voti hanno il loro peso. Essere titolari di una partecipazione significa anche essere responsabili – e poter contare su un canale diretto per fornire indicazioni ed esercitare influenza.


Abbiamo politiche consolidate relative alla corporate governance e ci impegniamo a prendere posizioni chiare su problematiche chiave, fra le quali tematiche ambientali ed etiche, e a discuterle. Nel 2020, i nostri gestori di portafoglio e analisti hanno tenuto più di 20.000 riunioni con i team dirigenziali. Inoltre, i nostri professionisti degli investimenti, 17 specialisti del team Governance & Proxy (GAP) e 14 specialisti ESG hanno instaurato un dialogo su temi ESG specifici con oltre 400 organizzazioni.


Riteniamo che questi confronti – insieme alle visite in loco e agli incontri diretti – possano rivelarsi più efficaci rispetto al voto per delega stesso. Agendo dietro le quinte attraverso un dialogo continuo, possiamo assumere posizioni chiare e influenzare i contenuti e la formulazione di una proposta ancor prima che venga presentata per la votazione.


L'aspetto umano


In quanto asset manager attivo di grandi dimensioni e solida credibilità, non solo abbiamo la possibilità di partecipare alle discussioni, ma abbiamo anche voce in capitolo. A differenza dei fondi indicizzati passivi, possiamo investire o disinvestire in base alle informazioni che raccogliamo direttamente. Siamo convinti che il nostro approccio dettagliato e individuale sia particolarmente importante a fronte di innumerevoli veicoli d'investimento passivi che agiscono in base a calcoli epurati di qualunque valutazione umana. Laddove riconosciamo un impegno concreto e strategico in tematiche ESG tale da poter creare un vantaggio competitivo sostenibile, possiamo aumentare il nostro investimento. Per contro, possiamo evitare le organizzazioni in cui non individuiamo un impegno significativo a migliorare l'ESG. Questo è uno dei modi in cui il nostro approccio d'investimento può aiutare gli investitori ad anticipare l'evoluzione di un indice, che non può modificare l'asset allocation in risposta a nuove informazioni sulle sue partecipazioni prestabilite. In tal modo possiamo individuare i problemi prima che si rivelino agli altri e localizzare le opportunità che altri invece non colgono.


Un altro importante aspetto è che le nostre opinioni sugli emittenti non sono statiche: quando identifichiamo aziende che, nonostante punteggi ESG bassi, intensificano il loro impegno per realizzare un miglioramento significativo, possiamo investire in questa tendenza ascendente a vantaggio dei nostri investitori se i cambiamenti si traducono in ricadute positive sulle valutazioni della società. Ci sono anche organizzazioni con punteggi ESG elevati, ma con cui non ci troviamo in sintonia.


Non solo incontriamo i team dirigenziali, ma trascorriamo anche del tempo con i loro dipendenti, concorrenti e fornitori. Queste interazioni ci permettono di comprendere più a fondo i meccanismi interni di un'azienda e il suo universo di stakeholder.


Di recente, ad esempio, abbiamo rinunciato a investire in una nota società di commercio al dettaglio dopo che la nostra ricerca sul campo ha sollevato dubbi sulle filiere e sulla sostenibilità dei margini. Nonostante gli elevati punteggi assegnati alla società da aziende terze, in seguito sono emerse notizie e dichiarazioni relative alla filiera che hanno di fatto confermato l'approccio dei nostri analisti.


In altri casi, gli errori commessi da un'organizzazione possono creare potenziali opportunità future, ad esempio quando il team dirigenziale viene completamente sostituito. In tali circostanze, possiamo sederci al tavolo con i nuovi dirigenti e influenzare le loro mosse future, tenendo conto della performance che un'azienda può generare mentre lavora alla propria trasformazione.


Riusciremo a evitare tutte le potenziali trappole? Probabilmente no. Tuttavia, senza la nostra minuziosa ricerca, non ne scopriremmo nemmeno una. Ci siamo lasciati sfuggire delle opportunità? Forse. Ma siamo certi che i nostri ampi sforzi di ricerca ci permetteranno di individuare altri investimenti promettenti.


Da quasi 90 anni, Capital Group punta su un'attività di investimento a lungo termine, che si basa sull'individuazione di società con modelli di business lungimiranti e un approccio ben strutturato all'ESG. Cerchiamo di utilizzare la nostra influenza per incentivare le società e gli emittenti – e persino interi settori – a migliorarsi continuamente. A tale scopo, curiamo relazioni continuative e un impegno attivo per fare la differenza nella vita dei nostri investitori.


 


1.Dati al 31 dicembre 2020.


2.Fonte: Strategy&, “2018 CEO Success study”.


Tutti i dati sono aggiornati al mese di dicembre 2020 salvo altrimenti specificato.


Le società di Capital Group gestiscono le azioni mediante tre gruppi d'investimento che prendono decisioni sugli investimenti e sui voti per delega in modo indipendente. I professionisti dell'investimento obbligazionario forniscono servizi di ricerca e gestione degli investimenti a reddito fisso a livello dell'intera organizzazione; tuttavia, per i titoli con caratteristiche di tipo azionario, essi operano unicamente per conto di uno dei tre gruppi d'investimento azionario.



Matt Lanstone è responsabile globale dell’attività di ricerca e investimento nell'ESG e ha 28 anni di esperienza nel settore. Ha conseguito una laurea di primo livello in economia e contabilità presso la University of Bristol.


Learn more about

 

I rendimenti passati non sono indicativi di rendimenti futuri. Il valore degli investimenti e del relativo reddito può aumentare come diminuire e l’investitore potrebbe perdere in parte o per intero l’importo dell’investimento iniziale. Le presenti informazioni non intendono fornire consulenza fiscale, per gli investimenti o di altra natura, né essere una sollecitazione all'acquisto o alla vendita di titoli.

Le dichiarazioni espresse da un singolo individuo rappresentano l’opinione di tale persona alla data di pubblicazione e non coincidono necessariamente con le opinioni di Capital Group o delle sue affiliate. Salvo diversamente indicato, tutte le informazioni si intendono alla data riportata. Alcune informazioni potrebbero provenire da terze parti e, di conseguenza, l'affidabilità di tali informazioni non è garantita.