La nostra storia e i nostri valori fondamentali | Capital Group
Capital Group

  • GAMMA FONDI
  • COME INVESTIRE
  • APPROFONDIMENTI
  • CHI SIAMO

La nostra storia e i nostri valori fondamentali

Più di 80 anni fa, durante la Grande Depressione1, JB Lovelace ha fondato Capital Group su una filosofia d'investimento che è ancora oggi un pilastro della società:

  • Acquistare titoli di buone società a prezzi interessanti
  • Effettuare un'analisi completa di una società prima di investirvi per determinarne il valore effettivo
  • Impegnarsi sempre nel rispetto del nostro impegno all'onestà e integrità

Rispettando questi principi, Capital Group è diventata una delle maggiori società di gestione patrimoniale a livello internazionale.

  • ac_1931.jpg

    Fondata durante la Grande Depressione

    A due anni dal crollo di Wall Street del 1929, gli Stati Uniti erano ancora alle prese con la peggiore depressione della loro storia. Più del 40% delle banche statunitensi erano fallite e un americano su quattro era disoccupato. E fu proprio in questo contesto di desolazione che Jonathan Bell Lovelace, un professionista degli investimenti che aveva affinato le proprie tecniche di ricerca nei ruggenti anni Venti in una società di investimenti di Detroit, decise di fondare la propria azienda in California. La sua idea era costruire una società che riconoscesse l'importanza del valore, della ricerca robusta mantenendo una prospettiva di lungo termine: principi che lo avevano aiutato ad evitare il peggio nel crollo dei mercati azionari nel 1929.

  • ac_1953.jpg

    Gli esordi dell'investimento globale


    Capital diventa uno dei primi gestori patrimoniali ad investire a livello globale. Il suo primo investimento al di fuori degli Stati Uniti fu nella compagnia petrolifera Royal Dutch, che in seguito diventò Royal Dutch Shell. I principi che allora erano alla base dell'approccio globale sono oggi ancor più pertinenti: l’investimento in una gamma molto ampia di titoli aumenta la possibilità di rendimenti maggiori.

  • ac_1958.jpg

    Nasce un processo d'investimento unico


    Capital crea e implementa un approccio alla gestione degli investimenti che associa il lavoro di squadra alla responsabilità individuale: The Capital System℠. Suddividendo gli asset tra diversi gestori di portafoglio, The Capital System℠ offre a ciascun gestore la possibilità di investire seguendo le proprie convinzioni. L'approccio disciplinato e al tempo stesso flessibile ha lo scopo di controllare la volatilità2, fornendo così continuità nel portafoglio e una possibile ottimizzazione dei rendimenti nel lungo termine.

  • ac_1965.jpg

    Gli indici CI diventano MSCI


    Forte della propria esperienza nell'investimento globale, Capital lancia i primi indici azionari globali3. Successivamente venduti a Morgan Stanley, questi indici divennero gli MSCI, probabilmente la famiglia di indici più conosciuti a livello mondiale.*

     

    *Gli indici MSCI sono ora mantenuti da MCSI, Inc.

  • ac_1973.jpg

    Espansione nel reddito fisso


    Ampliando la gamma dei propri servizi di investimento, Capital Group inizia a gestire titoli a reddito fisso nei portafogli obbligazionari. Oggi la società gestisce un patrimonio di oltre 200 miliardi di dollari in titoli a reddito fisso*, affermandosi tra i principali gestori obbligazionari a livello mondiale.

     

    * Attivi gestiti da Capital Fixed Income Investors. Le società di Capital Group gestiscono le azioni mediante tre gruppi d'investimento che prendono decisioni sugli investimenti e sui voti per delega in modo indipendente. I professionisti dell’investimento obbligazionario forniscono servizi di ricerca e gestione degli investimenti a reddito fisso a livello dell’intera organizzazione; tuttavia, per i titoli con caratteristiche di tipo azionario, essi operano unicamente per conto di uno dei tre gruppi d’investimento azionario.

    I due principali rischi relativi agli investimenti nel reddito fisso sono il rischio di tasso d’interesse e il rischio di credito. Di norma, quando i tassi di interesse aumentano, si verifica un corrispondente calo nel valore di mercato delle obbligazioni. Il rischio di credito si riferisce alla possibilità che l'emittente dell’obbligazione non sia in grado di ripagare il capitale ed effettuare i pagamenti degli interessi.

    In condizioni di mercato estreme, la liquidità nei mercati obbligazionari può diminuire significativamente senza preavviso e può non essere in grado di realizzare gli obiettivi di investimento.

  • ac_1986.jpg

    Pioniere nei mercati emergenti


    Su richiesta di International Finance Corporation, affiliata della Banca Mondiale, Capital Group (già Capital International) aiuta a creare un fondo che permetta alle istituzioni di investire nei mercati emergenti. Nasce così Capital International Emerging Markets Growth Fund*, il primo in assoluto al mondo nel suo genere.

     

    I mercati emergenti sono volatili e possono essere penalizzati da problemi di liquidità.

    * Emerging Markets Growth Fund è un fondo aperto di diritto statunitense offerto, in genere, a investitori istituzionali e ad altri investitori qualificati negli Stati Uniti da Capital International, Inc. I Fondi statunitensi non sono registrati per la vendita al di fuori degli Stati Uniti.

  • ac_1992.jpg

    Leader nel private equity


    Con l'economia globale in ripresa dalla recessione del 1992, Capital Group lancia il suo primo fondo di private equity4. Il mercato era all'epoca ai suoi primissimi esordi con solo circa 10 miliardi di dollari in investimenti impegnati in private equity a livello mondiale. Da allora, Capital Group ha poi lanciato altri quattro fondi di private equity, investendo in oltre 70 società che operano nei mercati emergenti in Asia, Africa, America Latina e in Medio Oriente.

  • ac_2008.jpg

    Risorse di ricerca in Cina e India


    Capital Group apre uffici di ricerca a Mumbai in India, e a Pechino in Cina, che vanno ad aggiungersi alla già estesa rete di analisti in tutto il mondo. Questi sviluppi migliorano inoltre la capacità di Capital Group di trovare e ampliare le opportunità di investimento in alcuni dei mercati mondiali in più forte espansione.

1 La Grande Depressione è durata dal 1929 al 1939 ed è considerata la peggiore crisi economica nella storia del mondo industrializzato.

2 La volatilità è una misura statistica della dispersione o varianza dei rendimenti.
E’ misurata dal calcolo di Deviazione Standard (volatilità assoluta). Maggiore la Deviazione Standard maggiore è la probabilità (e il rischio) che i risultati del fondo possano fluttuare dai risultati medi.

3 Un indice azionario globale misura la variazione dei prezzi delle azioni di un portafogli ipotetico composto da azioni globali

4 Fondo che normalmente investe in società che non sono negoziate sui mercati accessibili al pubblico